Il “partito” delle porcate!

Benito Mussolini cittadino onorario di Varese!!

Roma ladrona ecc ecc, poi, nei fatti,  che cambi qualcosa veramente e da vedersi.  In questo modo la Lega, al governo della citta di Varese, evita che tale cittadinanda venga revocata al dittatore Mussolini che avrà avuto il merito di rendere provincia Varese ma che, visto i morti, anche padani della “campagna in Russia” e nel totale della Seconda Guerra Mondiale, di mantenerlo anche se solo moralmente cittadino onorario e tutt’altra cosa. Porcata dopo porcata l’emorragia di voti,  per fortuna, continua ad aumentare a considerazione che i militanti si rendono sempre più conto dell’incapacità dei dirigenti leghisti di apportare seriamente cambiamenti al paese. La regione Piemonte a guida leghista è ormai alla bancarotta, in Veneto , Zaia, autentico sostenitore dei vaccari splafonatori il meglio che ha partorito sono i manifesti elettorali di cui sotto

in perfetta sintonia con le quote latte. In Lombardia tutti si ricorderanno il futuro radioso di Malpensa e sottovalutato Orio al Serio che diventa, con pochi soldi sprecati, il quarto aeroporto d’Italia, il resto con Maroni è tutto da vedere. Insuccesso dopo insuccesso,  e dopo una sfilza di porcate  come il finanziamento ai partiti e lo scandalo del tesoriere leghista, i diamanti , il panfilo del figlio, la laurea del figlio,  la legge elettorale e via di questo passo prima della completa dipartita della Lega Lombarda per il Nord libero ecc ecc  e lontano da roma Ladrona probabilmente ci toccherà ancora assistere ad un numero ancora impressinante di porcate. Nel frattempo godiamoci il buon amministrare a livello locale e di Verdello, in particolare, ove tutto il programma elettorale Leghista è stato pienamente svolto: più incidenti e morti sulle vie d’accesso, più traffico,più smog, più centrali ad olio, meno aeree verdi, meno servizi per le scuole e aumento della retta( solo quota fissa per il pagamento on-line , meno sicurezza, più bici rubate alla stazione con incremento dello sporco nei sottopassaggi.