Crea sito
Gen
16
2014
-

Metodo Boffo? noo!! ” sistema kyenge”

La nuova trovata”recupera voti” della Lega Lombarda” per far dimenticare le firme false che hanno portato Cota alla presidenza della regione Piemonte è quella di diffamare l’operato del ministro kyenge.  Il gioco sottile del “dico ma non dico” “affermo ma sono male interpretato” e via di questo passo è decisamente copiato dal Cavaliere. Chi non si ricorda delle affermazioni dell’ormai tramontato ventennio del Bunga Bunga? Oggi smentisco quello che ho affermato ieri e se va male sono certi giornali che hanno riportato false affermazioni.  Boffo direttore di Avvenire è stato costretto alle dimissioni dalla stessa sottile ondata di sproloqui allusivi e diffamatori cje oggi colpiscono il “Ministro senza trucco”. E’ vero il Ministro non usa trucchi e usa un linguaggio rispettoso e attendo agli ormai insulti quotidiani che la tormentano. Bastava, probabilmente, dire che quei mentecatti razzisti dei gruppo dirigente leghista usa linguaggi da trogoliti e comportamenti da estimatori di porcate o meglio che “quando Dio distribuiva la buona educazione Telepadania era impegnata con “il festival del rutto”. La Kyenge non ha competenze? Calderoli ideatore della legge elettorale “porcata” si? Il tempo passato come odontoiatra gli ha dato competenza da Ministro? Le 29000 leggi, a suo dire,  abrogate le ha lette tutte? Ha già chiarito la sua posizione sullo “scandalo Belsito”  e sulla Antonveneta? Cota aveva certifcata qualche competenza prima di fare il Governatore. Se per eleggerlo sono state utilizzate firme false poteva essere motivo di certificazione di qualità sul suo lavoro alla Regione Piemonte? La laurea del Trota è stata presentata per il “lavoro” in Regione Lombardia? Diventa facile fare proclami sulla negritudine degli altri, sulla mancanza di fondotinta e altre “berlusconate“. Capisco che le poltrone cominciano a traballare : si sono persi milioni di voti, dal goveno si è passati all’opposizione, la presidenza del Piemonte è finita, i diamanti pure, lo yach in Tunisia perso,  il partito è senza timone e se c’è “non c’è l’ha più duro”ma se la soluzione e essere razzisti facendo finta che non è vero……..

Risolleviamo il morale con la biografia del Calderoli tratta da  nonciclopedia

Roberto Calderoli, fratello-gemello (pur non essendone a conoscenza) di Giorgio Napolitano, nasce nel 1941 ad Addis Abeba (allora capitale dell’Africa Orientale Italiana) da genitori estremamente indigeni ed estremamente distratti: il bimbo viene infatti dimenticato sulle scale dell’Imperiale Orfanotrofio delle Faccette Nere, diretto in quegli anni dal potente gerarca Alvaro Vitali. Roberto Calderoli è uno splendido esemplare di Leghista Ruspante tipico del nord-italia. Calderoli presenta un solido esoscheletro di ignoranza e bigottagine che limitano alquanto la capacità celebrale qualora la natura gliene avesse fatto dono

Written by agoraverdello in: Blog | Tag:, , , , ,
Giu
07
2013
-

Il “partito” delle porcate!

Benito Mussolini cittadino onorario di Varese!!

Roma ladrona ecc ecc, poi, nei fatti,  che cambi qualcosa veramente e da vedersi.  In questo modo la Lega, al governo della citta di Varese, evita che tale cittadinanda venga revocata al dittatore Mussolini che avrà avuto il merito di rendere provincia Varese ma che, visto i morti, anche padani della “campagna in Russia” e nel totale della Seconda Guerra Mondiale, di mantenerlo anche se solo moralmente cittadino onorario e tutt’altra cosa. Porcata dopo porcata l’emorragia di voti,  per fortuna, continua ad aumentare a considerazione che i militanti si rendono sempre più conto dell’incapacità dei dirigenti leghisti di apportare seriamente cambiamenti al paese. La regione Piemonte a guida leghista è ormai alla bancarotta, in Veneto , Zaia, autentico sostenitore dei vaccari splafonatori il meglio che ha partorito sono i manifesti elettorali di cui sotto

in perfetta sintonia con le quote latte. In Lombardia tutti si ricorderanno il futuro radioso di Malpensa e sottovalutato Orio al Serio che diventa, con pochi soldi sprecati, il quarto aeroporto d’Italia, il resto con Maroni è tutto da vedere. Insuccesso dopo insuccesso,  e dopo una sfilza di porcate  come il finanziamento ai partiti e lo scandalo del tesoriere leghista, i diamanti , il panfilo del figlio, la laurea del figlio,  la legge elettorale e via di questo passo prima della completa dipartita della Lega Lombarda per il Nord libero ecc ecc  e lontano da roma Ladrona probabilmente ci toccherà ancora assistere ad un numero ancora impressinante di porcate. Nel frattempo godiamoci il buon amministrare a livello locale e di Verdello, in particolare, ove tutto il programma elettorale Leghista è stato pienamente svolto: più incidenti e morti sulle vie d’accesso, più traffico,più smog, più centrali ad olio, meno aeree verdi, meno servizi per le scuole e aumento della retta( solo quota fissa per il pagamento on-line , meno sicurezza, più bici rubate alla stazione con incremento dello sporco nei sottopassaggi.

Written by agoraverdello in: Blog | Tag:, , , ,
Dic
14
2012
6

La “musica” dei baghèt e le “rumorate” della Lega

Una piazza costata fior di milioni……..per ospitare le giostre?  Il  concerto dei “baghet”, gruppo che tutti ci invidiano, costretto a suonare con il rumore di una giostra e di un  poco educato speaker che non ha neanche il buon senso di spegnere il suo microfono!

Non è forse la Lega, in questo caso rappresentata dal  primo cittadino, che aveva necessità di rispolverare le vere tradizioni? Come si può autorizzare un qualcosa di così cattivo gusto?

Se ci fossimo trovati nel paese di “don Camillo e Peppone”, sicuramente il parroco avrebbe chiuso i portoni della chiesa fino al completo smantellamento di tale bruttura e avrebbe tuonato fuori dal sagrato ferme e inequivocabili parole di condanna. A quanto pare a Verdello tutto è permesso, con l’approvazione dei commercianti che, invece di dare un calcio alla crisi con promozioni commerciali e iniziative, tenendo conto delle tradizioni e valorizzando il gruppo musicale che tutti ci invidiano,  mercanteggiano il biglietto omaggio per le giostre. Dopo un’ora di  suonate popolari e natalizie al freddo e l’arrivo di Santa Lucia in carrozza, dai negozi del paese non si è visto alcun omaggio…neanche qualche caramella per i bambini accorsi numerosi. Tale gesto avrebbe ravvivato la festa in piazza e riscaldato gli animi dei caparbi “baghèt-tari” intenti a fare a gara con il rumore della giostra. Probabilmente a Verdello  non è ancora ben chiara la destinazione d’uso della piazza in preda al traffico, ai parcheggi che limitano la circolazione dei pedoni e adesso anche alla giostra. Una proposta: lasciamo la giostra tutto l’anno con la benedizione del parroco  e dei commercianti e trasferiamoci a passeggio tra le cascine dei  campi, decisamente più ospitali!! Onore ad tutti i suonatori di baghet e ai piccoli suonatori di tamburello e triangolo che hanno solo potuto assaporare le caramelle della “Benedetta” Santa Lucia che in barba al freddo e sopra il calesse si è aggirata tra le macchine del centro con enorme pazienza del pony e figuriamoci del  suo proprietario  Il 24 si replica, e chissà, se nel paese fantastico di “Don Camillo e Peppone” sarà la volta di panettone e spumante per tutti!!

Written by agoraverdello in: Blog | Tag:, , , , ,
Gen
11
2012
1

Il fumus……… dei radicali di Pannella

Mostra immagine a dimensione intera

Fumus che?f
Fumus persecutionis!!!
E che significa?
Che i radicali hanno interessi personali o politici per cui non  gli conveniva votare a favore all’autorizzazione all’arresto di Cosentino!!!
Di cosa l’accusano ?
Solite cose, robetta, riciclaggio, falso, corruzione, violazione di norme bancarie, aggravati dal favoreggiamento nei confronti della camorra!!!
Minchia!! e la Lega?
Stà trattanto se !!
E il Pd?
Si sta mangiando le mani per l’accordo con i voltagabbana dei Radicali che di giorno digiunano e di nascosto cercano di mangiare!!!!
E l’Idv? A quello è manettaro convinto.
Come finirà?
Se la giustizia fa il suo corso Cosentino, come tutte le persone normali sarà processato, mentre se vince la politica qualche accordo (io do a te e tu ricambi a me)  salverà dal processo, ingiustamente, l’On. Cosentino


Written by agoraverdello in: Blog | Tag:, , , , ,
Apr
20
2010
1

Al partito dell’amore…spuntano le corna!

Come si fa a rimanere distaccati da quello che succede in politica? Dopo due anni di governo ci eravamo abituati ad una certa stabilità e dopo le ultime regionali eravamo ormai tranquilli che l’attuale governo avrebbe finito la legislatura in tutta tranquillità e sicuramente senza alcun problema di stabilità. Le affermazioni del Premier, poi, davano sicurezza: “noi, il partito dell’amore, governeremo cinque anni,  siamo il partito del fare, gli altri sanno solo gufare e ci sputtanano nel mondo con le loro Piovra e Gomorra”.  Il partito dell’amore vince e stravince e tutto sembra andare alla grande quando, nel momento in cui meno te lo aspetti, come succede in molte coppie qualcuno dei due fa le corna e succede l’irreparabile. In questo caso, non è esatto parlare di coppia perchè è presente anche la Lega e quindi trattasi di triangolo ma la convivenza era a due all’interno del PD:  il Presidente della Camera e il Premier che dopo anni di “amore politico” (di sostanza o di facciata questo poco importa), decidono di dar via il servizio “buono ” di piatti e tirarselo addosso insieme al vasellame.  Oddio, era del tempo di Prodi che non si vedevono scene del genere: allora era Rifondazione a tirare i piatti dalla credenza o l’Imperatore di Ceppaloni che, offeso, metteva le corna al governo “mortadella”. Speriamo che stavolta dagli scranni del Parlamento non arrivi la stessa goliardia come nel caso della caduta del governo precedente perchè va bene mangiare mortadella, ma in questo caso non voglio pensare a cosa può arrivare la fantasia dell’opposizione…

Written by agoraverdello in: Blog | Tag:, , , ,

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes