Terremoto? io sto zitto..

Siamo il paese della…polemica…ci attacchiamo o tutto pur di dire …qualcosa che ci faccia stare al centro dell”attenzione….purtroppo commentiamo troppo cretinate con commenti da saccenti..e diamo vita a polemiche inutili in un momento in cui sarebbe utile stare zitti politici e..cittadini. Ultime dichiarazione dei partiti: SIAMO PRONTI A FARE LA NOSTRA PARTE SE…. DISPOSTI A VOTARE MA A CONDIZIONE, IL NOSTRO MOVIMENTO è SEMPRE STATO A FAVORE MA … 

Ma non si riesce a fare dichiarazioni più distese e con un minimo senso di unità nazionale? In uno stato d’emergenza continua non si può fare dichiarazioni pacate, disponibili, che diano all’estero la sensazione, quantomeno di che grande Paese siamo. E’ così necessario che in ogni occasione diamo esempio di litigiosità nazionale quando gli eventi dovrebbero portare a più miti consigli?  Sentire la tv e i commenti politici comincia a far  venire la nausea: si litiga su tutto e nessuno riconosce all’altro anche un solo piccolo motivo di condivisione. E’ possibile che un atto del governo, un intervento, una qualsiasi attività sia minimamente apprezzata dall’opposizione. Occhio che anche la maggioranza non scherza!!. D’accordo siamo in disaccordo su tutto scuola, sanità, lavoro ma almeno possiamo lasciare fuori le polemiche sul terremoto e sui terremotati ed evitiamo che senza titoli al riguardo ci permettiamo di fare ipotesi di trasferimenti, costruzioni di tendopoli,  paragoni con immigrati, alberghi si, no . squallore mediatico…….paragoni razzisti e senza logica. C’è la protezione civile? Facciamola lavorare in pace ed evitiamo suggerimenti che hanno veramente poco di stare a questo mondo. Interventi tempestivi, si poteva questo e quest’altro non hanno assolutamente senso fatti da politici e allo stesso tempo della platea di cittadini commentatori. Per una volta sforziamoci di tornare ad essere italiani. stiamo zitti sul Terremoto diamo dignità all’essere italiani, passiamo voce: io sto zitto sul terremoto..